immagine per la categoria IN EVIDENZA

IN EVIDENZA

XVIII Convegno nazionale dei minisindaci dei parchi d’Italia

Dal 16 al 19 maggio 2018, nel Parco nazionale delle Foreste casentinesi, monte Falterona & Campigna, Vallata del casentino, si terrà il XVIII Convegno nazionale dei minisindaci dei parchi d’Italia a cui parteciperà una delegazione del Consiglio comunale delle ragazze e dei ragazzi, composta dal vicesindaco Asia Cimarelli e dai consiglieri Ludovica Rapo e Martina Rosati.

In occasione del convegno è stato indetto un concorso dal titolo “Camminate lentamente nei parchi… Quando i dettagli diventano scoperta”. I ragazzi delle classi quinte della scuola primaria e delle classi seconde della secondaria, con la preziosa collaborazione dell’Associazione GMP Gaia, in particolare del geologo dott. Federico Famiani, hanno realizzato un video che possiamo mostrarvi in anteprima. Congratulazioni ai nostri ragazzi!

Clicca qui per visualizzare/scaricare il video (425 MB)

Gara di orienteering

Martedì 27 marzo 2018 gli alunni della scuola secondaria Ferraris di Spello, classi seconde e terze, faranno la prima esperienza di orienteering a staffetta nel bellissimo parco di Villa Fidelia. All’evento parteciperanno anche gli alunni dell’ IC Melanzio-Parini di Montefalco.  Ogni squadra sarà composte da tre alunni , ed ognuno di essi farà un percorso diverso. Vincerà la squadra femminile e maschile che  avrà timbrato tutte le lanterne in modo esatto ed avrà impiegato minor tempo.

Foto-demo orienteering

Vacanze pasquali

Si ricorda che in occasione delle vacanze pasquali, le lezioni saranno sospese da giovedì 29 marzo 2018 a martedì 3 aprile 2018. Il 4 aprile si ritorna a scuola. La segreteria dell’istituto sarà chiusa sabato 31 marzo 2018.

Auguri di buona Pasqua a tutti

Prestigioso riconoscimento

Grande soddisfazione per un progetto che vede coinvolto il nostro Istituto Comprensivo e, in particolare, le classi 5 della Scuola Primaria e le classi 2 della Scuola Secondaria. 

 

Prima l’UNESCO, ora anche la Presidenza della Repubblica italiana: “Coloriamo il nostro futuro” fa incetta di riconoscimenti prestigiosi.

Lunedì prossimo 12 Marzo 2018, ore 11, Palazzo del Quirinale: c’è la consegna delle ambite benemerenze per meriti acquisiti nel campo della conoscenza e del sociale.

Immagine CCRR

Figura anche il decasillabo “Coloriamo il nostro futuro” nell’elenco stilato dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
Il motivo? Coloriamo rappresenta la scuola che non annoia, la scuola che lascia un segno indelebile nella crescita degli studenti, la scuola che regala emozioni, la scuola che abbatte i confini, la scuola che trasmette valori imprescindibili, la scuola che promuove coscienza civica e cittadinanza attiva.

Il progetto scolastico itinerante, nato in Sicilia, provincia di Palermo, su intuizione del presidente onorario del progetto e preside in quiescenza Francesca Albanese e dei suoi illuminati docenti, si occupa, da 18 anni, di ambiente e legalità, lo fa in dodici Regioni, quindici parchi nazionali, cento scuole: ogni scuola ha un progetto, “Coloriamo” ha pensato a un progetto per tutte le scuole d’Italia che hanno un consiglio comunale dei ragazzi e delle ragazze nelle aree protette. Nato in Sicilia e richiesto ovunque. Dal 2000 a oggi, il progetto ha coinvolto non meno di 10mila discenti. Non poca cosa: se ne sono accorti da tempo anche nei palazzi della politica.

C’è difatti tra i premiati degli encomi presidenziali, decreto presidenziale 55 del 22 febbraio 2010, anche Alessio Burini, studente dell’Istituto comprensivo di Castelfidardo. E’ minipresidente dei parchi nazionali d’Italia, sarà da lunedì alfiere della Repubblica per meriti in campo ambientale. Alessio sarà lì per meriti condivisi e plurali, rappresenterà la grande famiglia di “Coloriamo”.

Il giovane studente sarà accompagnato dai genitori, dalla dirigente della sua scuola Vincenza D’Angelo e dalla referente nazionale di “Coloriamo” l’educatrice Marialea Li Puma. Se vi hanno raccontato che “Coloriamo il nostro futuro” è uno dei miglior progetti della scuola italiana, non via hanno detto una bugia.

Orgogliosi di far parte di questa rete nazionale.